sabato 8 novembre 2014

Ma da queste profonde ferite usciranno farfalle libere!


O donne povere e sole, violentate da chi non vi conosce. Donne che avete mani sull’infanzia, esultanti segreti

d’amore tenete conto che la vostra voracità naturale non sarà mai saziata.

Mangerete polvere, cercherete d’impazzire e non ci riuscirete, avrete sempre il filo della ragione che vi

taglierà in due.

Ma da queste profonde ferite usciranno farfalle libere.

Alda Merini

sabato 19 aprile 2014

La natura e il suo perenne movimento

La natura non ha alcun bisogno di un padrone che la diriga; da sola mantiene il suo perenne movimento e la sua attività. E se questo padrone esistesse veramente, cosa meriterebbe, oltre a disprezzo e a oltraggio, per aver creato un universo colmo di tante imperfezioni? 
Donatien Alphonse François de Sade, Justine o le disavventure della virtù, 1791